Giacomo Puccini, navigazione veloce.
menu orizzontale testata | colonna di navigazione di sinistra | contenuto principale | colonna di navigazione di destra | piè di pagina

colonna sinistra

contenuto principale

Le origini dell' opera "Turandot"

Origine della storia:

La storia deriva da “Turandotte” di Carlo Gozzi, fiaba drammatica del XVIII sec, facente parte di una raccolta di fiabe scritte in occasione di una disputa tra lui e Carlo Goldoni: Gozzi voleva dimostrare che l'elemento fiabesco in teatro era vincente rispetto all'elemento realistico preferito dal suo rivale Goldoni. Costui tuttavia ebbe la meglio e si fece conoscere in Italia ed in Europa con le sue commedie popolari e dialettali, mentre Carlo Gozzi purtroppo restò importante solo in Germania dove venne definito addirittura “Padre del Romanticismo” e fu fonte di ispirazione per molti scrittori e in campo musicale anche per Mozart: vedi “Zauberftöte”.

Ma anche Carlo Gozzi a sua volta si era ispirato ad altri e per la Turandotte aveva fatto riferimento a due diverse tradizioni, una di fiabe persiane (Turandotte deriva da Turan, che in persiano significa Turkestan) e un' altra che trova riscontro in un famoso libro fantastico di ambientazione araba, intitolato “Le mille e una notte” dove una giovane moglie cerca di tener viva l'attenzione del suo sposo raccontandogli mille fiabe in modo da evitarsi la morte come era successo alle altre ragazze che l'avevano preceduta.


colonna destra