Antenati di Cristo (Vangelo di Matteo)

Antenati di Cristo: Jesse, Davide e Salomone

Dal vangelo di Matteo 1,1-17

[1] Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo.

[2] Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli,

[3] Giuda generò Fares e Zara da Tamar, Fares generò Esròm, Esròm generò Aram,

[4] Aram generò Aminadàb, Aminadàb generò Naassòn, Naassòn generò Salmòn,

[5] Salmòn generò Booz da Racab, Booz generò Obed da Rut, Obed generò Iesse,

[6] Iesse generò il re Davide.
Davide generò Salomone da quella che era stata la moglie di Urìa,

[7] Salomone generò Roboamo, Roboamo generò Abìa, Abìa generò Asàf,

[8] Asàf generò Giòsafat, Giòsafat generò Ioram, Ioram generò Ozia,

[9] Ozia generò Ioatam, Ioatam generò Acaz, Acaz generò Ezechia,

[10] Ezechia generò Manasse, Manasse generò Amos, Amos generò Giosia,

[11] Giosia generò Ieconia e i suoi fratelli, al tempo della deportazione in Babilonia.

[12] Dopo la deportazione in Babilonia, Ieconia generò Salatiel, Salatiel generò Zorobabèle,

[13] Zorobabèle generò Abiùd, Abiùd generò Elìacim, Elìacim generò Azor,

[14] Azor generò Sadoc, Sadoc generò Achim, Achim generò Eliùd,

[15] Eliùd generò Eleàzar, Eleàzar generò Mattan, Mattan generò Giacobbe,

[16] Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù chiamato Cristo.

[17] La somma di tutte le generazioni, da Abramo a Davide, è così di quattordici; da Davide fino alla deportazione in Babilonia è ancora di quattordici; dalla deportazione in Babilonia a Cristo è, infine, di quattordici.