Galeotto fu Giotto, navigazione veloce.
menu orizzontale testata | colonna di navigazione di sinistra | contenuto principale | colonna di navigazione di destra | piè di pagina

colonna sinistra

contenuto principale

Calvari della Bretagna (complessi Parrocchiali)

La Bretagna (regione nel nord ovest della Francia) presenta caratteristici complessi parrocchiali che sono espressione della profonda religiosità dei Bretoni.

Intorno alle loro chiese, i Bretoni erano soliti disporre portici, cappelle, fontane, ossari, cimiteri e calvari. Questi ultimi sono composizioni scultoree che mettono in scena la vita di Gesù narrata dai Vangeli, dalla natività alla resurrezionera. Le scene della passione, crocifissione e morte di Gesù sono quelle più ricorrenti.

Calvari Bretagna

La parola calvario deriva dal latino calvarium, che significa "luogo del cranio", nome dato alla collina fuori delle mura di Gerusalemme sulla quale fu crocifisso Gesù Cristo.

I complessi parrocchiali, o calvari, bretoni sono stati realizzati tra il XVI e XVII secolo e sono per fortuna scampati alla ferocia anticristiana della Rivoluzione francese.

Gesù legato e deriso:
gesù bendato e deriso

Gesù porta la croce:

Gesù bendato e preso in giro:

La Passione:

La Veronica:

Gesù risorto:
resurrezione


colonna destra