Galeotto fu Giotto, navigazione veloce.
menu orizzontale testata | colonna di navigazione di sinistra | contenuto principale | colonna di navigazione di destra | piè di pagina

colonna sinistra

contenuto principale

Progetto "Scuole aperte"

Giotto a sinistra, Dante a destra

"Galeotto fu Giotto", è il lavoro di approfondimento di Dante attraverso lo studio delle tre Cantiche della Divina Commedia con particolare riferimento ad alcuni canti dell'Inferno, del Purgatorio e globalmente del Paradiso, collegato all'analisi degli affreschi di Giotto agli Scrovegni che abbiamo potuto ammirare durante una mostra itinerante nel nostro territorio curata dal grande esperto in materia, prof Roberto Filippetti (Leggi il suo commento).
Giotto dunque è stato il motore per ricostruire alcuni aspetti del Medioevo comuni alla sensibilità culturale e religiosa dei due "maestri" e contemporaneamente collegare le nostre conoscenze letterarie, iconografiche, storiche e sociali relative a questo periodo, per meglio comprendere l'opera di Dante.

Il lavoro è stato condotto dalle classi II A e B guidati dai due insegnanti referenti, prof Daniele Dallatomasina e prof.ssa Giovanna Giusepponi, rispettivamente insegnante di Religione e funzione strumentale informatica il primo, la seconda insegnante di Italiano e funzione strumentale del Piano dell'Offerta Formativa.

Si ringraziano per i supporti musicali la prof.ssa di Musica Nicoletta Romanelli e l'ex collega Silvano Pepe; per i consigli sulla documentazione la prof.ssa di Arte Chiara Benzi e la prof.ssa di Spagnolo Cristina Pla Garcia. In particolare siamo grati alle alunne Yvonne ed Elisa che fino all'ultimo hanno supportato tecnicamente e informaticamente l'architettura del sito e senza le quali il lavoro sarebbe stato meno praticabile ed efficiente.

Tuttavia ambedue le classi hanno dato un impulso costruttivo al progetto, ricercando materiale di cronaca per l'attualizzazione dei vizi e peccati, ricercando nelle tre Cantiche le citazioni per gli sguardi, la gestualità, i colori e soprattutto memorizzando centinaia di versi.

Ci è stato sempre particolarmente indispensabile Luca M. poichè senza lui ci saremmo persi tra i personaggi e i canti dell'Inferno e del Purgatorio dei quali conosceva praticamente tutto

Alcuni ragazzi hanno ricercato i documenti sul web: parlo di Paolo, Alice, Elena, Fabiana, Valentina, Elisa, Federica, Arianna, Federico Z. e Davide.
Per esempio, sul piano dell'acquisizione delle immagini hanno svolto un lavoro utile Sara M., Sara C. Katia e Federico U.. Un grazie particolare a Stefano M. per i suoi bellissimi disegni, a Eleonora per il paziente lavoro sugli storyboard e i video, a Matteo Z. per i files musicali del Trecento, infine a Luca Q. per il supporto sui testi relativi ai vizi e alla musica practica.

Molta riconoscenza al Dirigente scolastico prof.ssa Graziella Grossi che ci ha permesso la realizzazione del progetto, senza dimenticare i collaboratori e lo staff di segreteria, nonchè l'Amministrazione comunale che ha finanziato l'intervento del dottor Silvio Raffo durante il quale c'è stata la partecipazione diretta e attenta dei genitori delle due classi.

Commenti - Libro degli ospiti

Adorazione dei magi - particolare

Il tuo commento verrà messo in coda di moderazione. Sarà pubblicato dopo l'approvazione degli Amministratori.

Il Prof. Roberto Filippetti, autore del libro "Il Vangelo secondo Giotto", ha scritto un suo commento al nostro lavoro!

Condividi contenuti

colonna destra